Referenze su caldaie a legna

Stessa potenza, una famiglia in più al caldo

Attraverso la sostituzione di una caldaia a legna obsoleta con una BioTec L32 di Centrometal, abbinata ad un accumulo termico da 1500 litri, è ora possibile riscaldare due unità abitative senza compromessi.

La produzione di acqua calda sanitaria, anche in grandi quantità, è affidata ad un produttore sanitario Modvfrsh2 da 70 kW con capacità di erogazione fino a 30 litri al minuto.
Consulta gli allegati:
Vista completa del LT

Verso la classe 5, con la tecnologia Lambda

Sostituzione di una caldaia a fiamma rovesciata con una caldaia a legna a gassificazione della legna con combustione gestita e controllata attraverso una centralina elettronica potente assistita da sonda Lambda.

L'intervento ha previsto il rifacimento del locale tecnico con la fornitura di una caldaia Centrometal collegata ad un puffer da 1250 litri al quale è collegato anche un impianto solare termico a tubi sottovuoto.

La produzione di acqua calda sanitaria è affidata ad un gruppo ModvFresh 2 del BRV.

Dal termocamino alla caldaia pirolitica

Il combustibile è rimasto il solito, ma il comfort è decisamente cambiato. Grazie alla tecnologia a fiamma inversa ed con l'abbinamento ad un accumulo termico da 1000 litri, l'autonomia è triplicati e permette, nella maggior parte delle situazioni meteorologiche, di riscaldare l'abitazione con due cariche di legna al giorno.

Con la rottamazione del vecchio generatore, grazie al basso livello di emissioni e all'eleveto rendimento della nuova caldaia BioTec L25 con tecnologia Lambda, il cliente ha potuto ricevere un premio incentivante molto interessante.