Referenze su caldaie a pellet

È una caldaia, ma tanto è bella, può stare anche in casa!

Oramai, la configurazione per chi desidera un impianto che abbia ottime prestazioni è quella, e sta regalando grandi soddisfazioni sia al cliente che a noi che le realizziamo. E si sa, se il cliente è soddisfatto, l'obbiettivo per noi è raggiunto.

la configurazione prevede un generatore abbinato ad un accumulo correttamente dimensionato e un produttore sanitario esterno.
Questa scelta, a differenza dello schema diffuso "puffer+boiler sanitario", permette alla caldaia di lavorare in modo continuo sull'accumulo, sia che l'impianto chieda riscaldamento, sia che l'utente necessiti di acqua calda; o anche entrambi contemporaneamente. La caldaia produce calore sempre per la stessa utenza (il suo accumulo).

In questa installazione, abbiamo optato quale generatore di calore, una Tecnika for Home della Moretti Design. La già affermata Tecnika ci aveva dato ottimi risultati sia prestazionali che di affidabilità. La versione "for Home" ha implementato la componente elettronica con un gigante display touch e il wifi integrato. Di che divertirsi davvero ad un prezzo molto interessante!

E il conto termico premia alla grande!

La consegna ci sembrava un ostacolo insormontabile. E invece...

La proposta prevedeva la sostituzione di una caldaia agasolio con una caldaiaautomatica a pellet (Centrometal PelTec 24), un prodotto con una massa notevole. Il luogo di consegna, inaccessibile direttamente ai mezzi di trasporto comunni, era preceduto da una rampa con un'inclinazione variabile, oltre al superamento di alcuni dislivelli disomogenei.

Con l'uso di una motocarretta, è stato possibile trasportare la caldaia fino all'ingresso del locale. E con una serie di rulli e tavole, far scivolare la caldaia da 500 kg è stato l'ultimo sforzo.

L'impianto realizzato è stato completato con un accumulo termico da 1000 litri ed da un kit di produzione istantaneo di acqua calda sanitaria ModvFresh.

La zona climatica E in cui è stato effettuato l'intervento ha reso possibile l'accesso all'importo più elevato previsto dal GSE per l'accesso al conto termico energia per il generatore installato.

Una scommessa!

Un impianto complesso: 3 unità abitative separate da lunghe distanze, 2 locali tecnici con 3 generatori separati, un termocamino ed una caldaia a legna. 5 bagni a servizio di 3 famiglie.

Al dilà del termocamino rimasto attivo in una delle abitazioni, tutti gli altri generatori sono stati eliminati e con essi, la caldaia principale: una vecchia caldaia a legna con elevate dispersioni termiche e rendimenti alquanto bassi.

La richiesta del cliente: avere un solo generatori con costi di utilizzo accettabili. La difficoltà: lo spazio angusto a disposizione.

Dopo vari studi di fattibilità per individuare la soluzione giusta, si è optato per un'unica caldaia a pellet compatta ad alto rendimento ( Ungaro CTU L 32 kW A3), abbinata ad un sistema di accumulo che sopperisse ai picchi di richiesta, specie nelle fasi di partenza. Però, il volume di accumulo necessario per ottenere ciò per cui i puffer sono destinati non era introducibile nel locale a disposizione con un unico accumulo. Pertanto, si è scelta la soluzione dell'abinamento di due accumuli di pari volume, collegati in parallelo.

Un sistema di rilancio miscelato, comandato da una centralina climatica, ottimizza i consumi in base alla temperatura esterna. Un unico gruppo di produzione di acqua calda ad uso sanitario,di grande capacità (Modvfresh 70kW - 30 l/min) soddisfa la richiesta dei vari utilizzatori.

Una soluzione con un ottimo rapporto qualità-prezzo!

Rimozione di una caldaia a gasolio oramai obsoleta per sostituirla con una caldaia compatta a pellet con braciere autopulente della Centrometal.. Il modello individuato è la compatta ZVB 24 Auto.

L'accesso al premio incentivante previsto dal GSE ha richiesto l'inserimento di un accumulo termico che avrà funzione di volano termico sia nel sistema di riscaldamento che per la produzione di acqua calda sanitaria tramite un kit istantaneo ModvFresh della BRV.

Da gasolio a pellet, con una CTU Ungaro

Sostituzione del generatore di calore alimentato a gasolio per una caldaia a pellet con braciere automatico, abbinata ad un accumulo termico da 600 litri per la sola acqua tecnica.
La produzione di acqua calda sanitaria è garantita da un produttore istantaneo esterno.

Attraverso la sostituzione e la rottamazione del vecchio generatore, l'utente finale potrà ricevere dal GSE un premio di oltre 6000 euro.
Consulta gli allegati:
Locale tecnico - Vista1

Tutto in uno...

Installazione di una caldaia compatta a pellet con braciere eruttivo: Carinci IdroBox 25.

Dentro c'è tutto! Gruppo idraulico impianto con riempimento automatico, valvola anticondensa, circolatore, valvola di sicurezza, polmoncino di espansione. Produzione di acqua calda sanitaria tramite scambio a piastre e miscelatore termostatico.

Un oggetto ad alto contenuto tecnologico che racchiude tutta la componentistica necessaria per poter procedere velocemente ed in maniera semplice al collegamento idraulico.